COS'È UN GDR?

La sigla GDR sta per Gioco Di Ruolo. In questo genere di giochi si interpreta un personaggio all'interno di un'ambientazione, in questo caso originale ispirata al genere Urban Fantasy. All'interno del gioco è possibile interagire con altri personaggi, mossi da altri giocatori, e costruire tassello dopo tassello la propria storia all'interno del mondo del gioco.
Nello specifico, Cronache di Gehenna è un GDR play by chat - il che significa che tutto avviene tramite scrittura. Per questo motivo è necessario evitare di utilizzare abbreviazioni da linguaggio sms (es. xkè, xò, cmq, etc): lo scritto deve essere il più chiaro possibile agli occhi di tutti.

NB. Questo significa che Cronache di Gehenna NON è un MMORPG - per intenderci, quelli dove vedete effettivamente il personaggio in computer graphic che si sposta per mappe grafiche, etc. Qui è tutto dato dalla scrittura e dall'immaginazione.

ON GAME E OFF GAME

Vi invitiamo innanzitutto a differenziare bene l'ON Game dall'OFF game, dal momento che la loro mancata distinzione è spesso portatrice di errori che possono compromettere tanto il gioco quanto gli stessi rapporti tra i player.
L'ON Game è tutto quello che riguarda il vostro personaggio e che quindi ha a che fare con la sua vita all'interno del gioco: avventure, lavoro, storie d'amore, nemici e quant'altro. L'OFF Game invece è semplicemente la vita reale, tutto quello che c'è al di fuori da gioco, quindi che non ha a che fare con il proprio personaggio e le vicende che lo coinvolgono. Queste due realtà possono finire in conflitto, principalmente nei casi di META PLAY, ovvero la tendenza ad utilizzare in ON game delle informazioni di cui si è venuti a conoscenza in OFF Game, allo scopo di trarne vantaggio con il proprio PG.

Esempi di Metaplay:

DATI ANAGRAFICI DEL PG

Per iniziare a giocare, innanzi tutto dovete creare il vostro Personaggio, il soggetto che muoverete all'interno dell'universo di Cronache di Gehenna. Una volta scelto il nome ed il cognome, (seguendo i criteri e le regole dettate all'Iscrizione del Pg) è il caso di dare un volto a questa marionetta nelle vostre mani. Per dare un volto al vostro personaggio, siete liberi di attingere dal Web foto reali di attori, cantanti, modelli, etc.

Per maggiori informazioni su questo passo, leggere la parte della guida dedicata agli allineamenti dei personaggi e quella dedicata alla creazione del pg.

LE AZIONI

Come già detto, per giocare ad un GDR by Chat è necessario scrivere. Sembra una banalità: scrivere è spesso una cosa sottovalutata, ma in questo genere di GDR è il cuore pulsante del gioco stesso. Quando si gioca si segue una turnazione, laddove in sequenza ognuno dei giocatori scrive quello che compie il proprio personaggio.

Esempio:
Tizio è seduto e si sta bevendo una birra.
Caio gli si siede accanto e chiacchiera.
Tizio lo ignora.
Caio se ne sbatte e continua a chiacchierare da solo.

Le azioni vanno necessariamente scritte nel tempo presente e nella terza persona singolare.

Quando si scrive un'azione vi consigliamo di non dare nulla per scontato. Dovete descrivere quello che volete far fare al vostro personaggio, come se steste descrivendo la scena di un film che state vedendo in quel preciso istante - con la differenza che il film lo state creando voi. Si può partire dall'ambiente che vi circonda, ai movimenti che compie il vostro personaggio, le parole che dice, per poi arricchire il tutto con le sensazioni che lo attraversano: paura, stupore, commozione, etc.

Una cosa a cui si deve stare molto attenti è quella di non compiere Azioni Autoconclusive.
Proprio perché non siamo soli a giocare, ma coinvolgiamo altri giocatori ed altri personaggi, non possiamo compiere delle azioni dove descriviamo quello che intendiamo fare ed anche il risultato della nostra azione.

Esempio:
Ezra scatta rapidamente verso Olivier e gli tira un calcio nel sedere facendogli una gran male e mandandolo via piangendo.

Questo è un esempio di azione autoconclusiva. In questo modo non diamo la possibilità all'altro personaggio di reagire come meglio crede, e quindi creiamo una interazione costrittiva tra i due personaggi. Per ovviare a questo problema bisogna cercare di scrivere al presente le azioni che siamo sicuri di riuscire a fare, come ad esempio sederci su una sedia, o raccogliere da terra un pezzo di carta, etc. Mentre per quanto riguarda l'interagire con gli altri Pg o con i PNG (Personaggi Non Giocanti) sarebbe meglio utilizzare il condizionale o espressioni come "tenta di", "cerca di", così da spiegare quello che ci accingiamo a fare, o vorremo compiere, dando modo a chi sta interagendo con noi di poter reagire come meglio crede.

Esempio:
Ezra scatta rapidamente verso Olivier e cerca di tirargli un calcio nel sedere con l'intento di procurargli un gran male.

Vi renderete conto che il miglior modo di imparare a giocare è leggere ed assistere alle giocate di giocatori veterani, ed allo stesso tempo il giocare stesso è il metodo migliore per migliorare il proprio modo di scrivere e di rendere l'idea di ogni sfaccettatura del proprio Pg e di quello che sta accadendo durante le vostre sessioni di gioco. Un'altra cosa fondamentale da considerare all'interno delle vostre azioni, una cosa importantissima che ci ha fornito la lingua italiane e di cui non dobbiamo dimenticarci: la Punteggiatura. E' utile e non va sottovalutata.